Corso insegnante base Istituto Italiano Taijiquan Tiancai


   

Corso di formazione per insegnante base di Taijiquan Chen ortodosso di Chenjiagou, Istituto Italiano Taijiquan Tiancai.

Il corso è focalizzato e destinato ad una selezione di studenti invitati e candidati per la formazione quali insegnanti di livello base.

Aperto anche a tutti i praticanti che desiderino approfondire i contenuti del Taijiquan ortodosso di Chenjiagou, la storia e la pedagogia del Taijiquan secondo il metodo e gli insegnamenti di Zhu Tiancai e di suo figlio Zhu Xiangqian (è richiesta la conoscenza del Changsigong, Laojia Yilu e Tuishou) 

I contenuti sono stati organizzati in sei moduli di studio a ciascuno dei quali è previsto che siano dedicate due lezioni.
Ai partecipanti sarà rilasciato il relativo attestato di partecipazione al corso.
Ai candidati esaminandi sarà richiesto di sostenere un esame finale pratico e scritto con il conseguimento del diploma, in riferimento a quanto stabilito dall’Istituto Italiano Taijiquan Tiancai.

I modulo (I lezione Mercoledì 17 Ottobre 2018, 21:30 – 23:00 Scuola di Danza New Project Dance)
Riscaldamento, allungamento e defaticamento
Taijigong (pali del Taiji)
Chansigong (bozzolo di seta)
Terminologia Wushu e Taijiquan

II modulo
Changsigong in coppia
Laojia 13 movimenti
Tuishou ad una mano
Storia del Taijiquan
Contenuti tecnici

III modulo
Laojia Yilu 1/3
Tuishou a due mani passo fisso
Storia del Taijiquan
Contenuti tecnici
Pedagogia Laojia Yilu

IV modulo
Laojia Yilu 2/3
Tuishou a due mani con passi
Storia del Taijiquan
Contenuti tecnici
Pedagogia Laojia Yilu

V modulo
Laojia Yilu 3/3
Tuishou a due mani con passi
Storia del Taijiquan
Contenuti tecnici
Pedagogia Laojia Yilu

VI modulo
Prova pratica lezione
Eventuali integrazioni
Test scritto
Correzione ed eventuali integrazioni

Le lezioni saranno condotte da Stefano Zamblera e si svolgeranno a partire da Mercoledì 17 Ottobre presso la Scuola di Danza New Project Dance in Via di Collinaia, 8, 57128 Livorno, dalle 21:30 alle 23:00.

Il calendario programmato in 12 incontri è il seguente. Potrebbero avvenire variazioni di data ed orario per venire incontro alle esigenze della Società Sportiva e degli utenti del corso.

17 e 31 Ottobre

14 e 28 Novembre

5 e 19 Dicembre 

9 e  23 Gennaio 2019

13 e 27 Febbraio

13 e 27 Marzo

10 Aprile 

Per ogni ulteriore informazione: livorno@tiancai-taiji.it



Got something to say?


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tag:



Corso insegnante base Istituto Italiano Taijiquan Tiancai


   

Corso di formazione per insegnante base di Taijiquan Chen ortodosso di Chenjiagou, Istituto Italiano Taijiquan Tiancai.

Il corso è focalizzato e destinato ad una selezione di studenti invitati e candidati per la formazione quali insegnanti di livello base.

Aperto anche a tutti i praticanti che desiderino approfondire i contenuti del Taijiquan ortodosso di Chenjiagou, la storia e la pedagogia del Taijiquan secondo il metodo e gli insegnamenti di Zhu Tiancai e di suo figlio Zhu Xiangqian (è richiesta la conoscenza del Changsigong, Laojia Yilu e Tuishou) 

I contenuti sono stati organizzati in sei moduli di studio a ciascuno dei quali è previsto che siano dedicate due lezioni.
Ai partecipanti sarà rilasciato il relativo attestato di partecipazione al corso.
Ai candidati esaminandi sarà richiesto di sostenere un esame finale pratico e scritto con il conseguimento del diploma, in riferimento a quanto stabilito dall’Istituto Italiano Taijiquan Tiancai.

I modulo (I lezione Mercoledì 17 Ottobre 2018, 21:30 – 23:00 Scuola di Danza New Project Dance)
Riscaldamento, allungamento e defaticamento
Taijigong (pali del Taiji)
Chansigong (bozzolo di seta)
Terminologia Wushu e Taijiquan

II modulo
Changsigong in coppia
Laojia 13 movimenti
Tuishou ad una mano
Storia del Taijiquan
Contenuti tecnici

III modulo
Laojia Yilu 1/3
Tuishou a due mani passo fisso
Storia del Taijiquan
Contenuti tecnici
Pedagogia Laojia Yilu

IV modulo
Laojia Yilu 2/3
Tuishou a due mani con passi
Storia del Taijiquan
Contenuti tecnici
Pedagogia Laojia Yilu

V modulo
Laojia Yilu 3/3
Tuishou a due mani con passi
Storia del Taijiquan
Contenuti tecnici
Pedagogia Laojia Yilu

VI modulo
Prova pratica lezione
Eventuali integrazioni
Test scritto
Correzione ed eventuali integrazioni

Le lezioni saranno condotte da Stefano Zamblera e si svolgeranno a partire da Mercoledì 17 Ottobre presso la Scuola di Danza New Project Dance in Via di Collinaia, 8, 57128 Livorno, dalle 21:30 alle 23:00.

Il calendario programmato in 12 incontri è il seguente. Potrebbero avvenire variazioni di data ed orario per venire incontro alle esigenze della Società Sportiva e degli utenti del corso.

17 e 31 Ottobre

14 e 28 Novembre

5 e 19 Dicembre 

9 e  23 Gennaio 2019

13 e 27 Febbraio

13 e 27 Marzo

10 Aprile 

Per ogni ulteriore informazione: livorno@tiancai-taiji.it



Got something to say?


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tag:



Corso Taijiquan stile Chen – Istituto Italiano Taijiquan Tiancai


Scuola di Taijiquan stile Chen di Livorno, secondo il metodo della famiglia di Zhu Tiancai (XIX Generazione Chen Jiagou – Henan)

Referenti: Fabio Smolari e Marco Pinzani  – Istituto Italiano Taijiquan Tiancai

Incontri estivi presso Oriente ASD www.orienteolistica.it Via Francesco Mimbelli, 5, 57127 Livorno (LI)

Martedì 20:00 – 21:30

Giovedì 21:30 – 23:00

 

 

 

 



Got something to say?


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tag:



Taijiquan Evolution 6 – Taijiquan returns to Chen Village | 太极拳回到陈家沟


Bellissimo articolo su un brano di storia del Taiji della famiglia Chen e della Cina: sorgente Taijiquan Evolution 6 – Taijiquan returns to Chen Village | 太极拳回到陈家沟

Taijiquan Evolution 6 – Taijiquan returns to Chen Village | 太极拳回到陈家沟
Tuesday, 12 June 2018 17:00

1970’s Chenjiagou Taijiquan returns
The sixth entry in the coverage of Taijiquan styles development. As our Taijiquan history section denotes, Xi’an is the home of our Taijiquan (inclusive of Zhaobao and Chen Style) , in addition to the Beijing (Chen Style). The reasons for this are understood in the context of history and how Taijiquan became almost extinct in its homes of origin. We therefore outline the important return of Taijiquan to Chenjiagou (Chen Family Village).

Tang Hao visits Chen Family Village

In 1932, Tang Hao together with Chen Ziming journeyed to Chenjiagou. Chen Ziming was Chen Xin’s nephew and used to teach in Shanghai at the time. Tang Hao (1887-1959) was from humble beginings but worked hard in practising Six Harmonies Boxing (Liuhe Men, 六合门) and becoming a Lawyer. Tang Hao also studied many other martial arts including Chen Taijiquan, and Japanese styles during his time there. He was one of the editors of the publication department of the Nanjing Guoshu Academy.

When they arrived to the Chenjiagou, Chen Chunyuan (the nephew of Chen Xin) had a copy of a set of manuscripts that were written by his uncle over the course of 12 years. This text [Taijiquan Illustrated, 陈鑫陈氏太极拳图说] was published in 1933 and whilst it outlined the practice of Chen Style Taijiquan in the past (today it is known as Small Frame Taijiquan), it became a classic for all Chen Style Practitioners. At the time the practice of Taijiquan in Chenjiagou was still flourishing and the expression that almost everyone in Chenjiagou could practice some martial arts was evident. After just a few years little did people expect chaos an catastrophe to hit Chenjiagou.

The disasters of the 1940’s across the western areas of Henan Province

In 1938, Henan province was the centre of an ongoing effort by the Nationalist Government (Guomingdang, KMT) to stop the advance of the Japanese troops. Many local young men were conscripted into the army. The combination of natural and human factors ravaged Henan proivince.  In 1941, locusts plagued Wen county and the Guomingdang (KMT) had taken controls over the area. Henan province was divided into the eastern half (under Japanese occupation) and the western half which was supposed to be under the Nationalist Government (based in Chongqing after fleeing Nanjing).

In 1942, the seasonal rains failed, causing severe drought. Combined with the ongoing locust plagues the harvests were destroyed and there was little food supply. The culmination of no local produce and the inability to obtain supplies from elsewhere during the conflict led an unfathomable situation of famine that started to cause great grief to the people during the winter of 1942. The famine caused significant tragedies with rising starvation and ongoing rise in diseases. In such dire situations families would sell their children in the hopes that would have a better chance elsewhere and some starving people had to resort to cannibalism or eating bark of the trees to try to survive. During the time an estimated 2 to 3 million people died from starvation or disease, and over 4 million people fled Henan province. Chenjiagou was in the centre of this drastic situation and of the 4,000 or so residents many suffered and over 800 fled (typically to Xi’an). During those years, many people left Chenjiagou (e.g. to Xi’an), many passed away in the wars, disease and famine.

Chen Family members and their demise through affiliation with KMT

After those years the situation improved ever so slowly in terms of famine and sino-japanese war, but the civil war between the CCP and the KMT continued. Since Chenjiagou was a part of the early movement into the area by the KMT, many of the villagers were associated with the KMT and reprimanded by the CCP. Some examples include Chen Zhaoxu (1912-1959) was the second son of Chen Fa’ke. Since Chen Zhaoxu was connected to the local militia affiliated with the KMT, he was jailed in 1955 and eventually passed away.  Chen Zhaohai (1899-1950) was Chen Zhaopei’s brother. Chen Zhaohai fought in the nationalist army under Fan Tinglan. Later he relocated to Zhengzhou. In 1949, he was imprisoned and then under the Repression of Anti Revolutionists movement in 1950 was executed.

The New Large Frame of Taijiquan returns to Chenjiagou

Today’s what he could call mainstream Chen Style Tajiquan is derived mostly from the teachings of two key teachers that originated at Chenjiagou but resided elsewhere. These were Chen Fa’ke (1887-1957) who brought Chen Style Taijiquan to Beijing in 1928 and Chen Zhaopei (1893-1972) brought Chen Style Taijiquan to Nanjing in 1930 (originally was in Beijing then invited Chen Fa’ke to take over) and taught for over eight years.

In 1958, Chen Zhaopei whom resided in Zhengzhou at the time visited Chenjiagou for Chinese New Year. It was his first time back in decades. Chen Zhaopei whilst advanced in years (65) felt that it was a shame that there were no longer any practitioners in Chenjiagou. He was saddened that there were no successors in the birthplace of Taijiquan and no serious practitioners left in Chenjiagou. It was a difficult decision because at the time both his wife (second wife) and son (whom had a good job and family in Zhengzhou) were against him returning to Chenjiagou. He also had to retire from his work (Flood Control Committee) earlier foresaking an increase in his pension. Chen Zhaopei however against all odds felt a sense of responsibility and returned to the Chenjiagou during his retirement years. Unfortunately this was not going to be an easy quest for there were still a number of CCP initatives that impacted the ability to propagate and teach Taijiquan during those years. The Great Leap forward was distracting and in 1966-1976, The Cultural revolution saw the repression of traditional teachings including martial arts. Facilities were closed down and practitioners were prosecuted. Chen Zhaopei was said to have been persecuted by the red guards and even attempted suicide during those years. His legs were injured for almost two years and had to use a stool/walking assistance during the time. Much of the training had to be conducted in secret and many elements (eg weapons) a challenge to practice in confined space so mostly only the laojia yi lu was taught.  After Chen Zhaopei’s death, Chen Zhaokui (Chen Fa’ke’s youngest son) continued teaching at Chenjiagou. The local secretary of the CCP for Wen County, Zhang Weizhen also invited Feng Zhiqiang to teach. Feng Zhiqiang visited three times for short intensive teaching sessions.

As a result the teachings at Chenjiagou were distinguished into the old (Chen Zhaopei’s) and the new (Chen Zhaokui’s) frame of practice. The Taijiquan practiced by the older generations would find a new home in Xi’an and become known as Chen Small Frame Taijiquan. Whilst the descendants of Chen Fa’ke would derive a number of different versions of Taijiquan practice (sometimes called Beijing Chen Style Taijiquan) including Li Jingwu, Lei Muni, Tian Xiuchen and Feng Zhiqiang amongst others.

Last modified on Sunday, 24 June 2018 17:28


Got something to say?


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.



Allenamento 04/10/2017


Il V gruppo di movimenti – Zhu Tiancai

che abbiamo approfondito ieri sera eseguito da Zhu Tiancai

Lista dei movimenti – V zuhe dongzuo (gruppo di movimenti) – III duan (linea)
1. 小擒打 xiaoqinda – piccola presa
2. 包頭推山 baotou tuishan – avvolgere la testa e spingere la Montag
3. 六封四閉 liufeng sibi – sei sigilli quattro chiusure
4. 單鞭 danbian – la frusta
5. 前招 qianzhao – mossa avanti
6. 后招 houzhao – mossa indietro
7. 野馬分鬃 yema fenzong – dividere la criniera del cavallo selvaggio
8. 六封四閉 liufeng sibi – sei sigilli quattro chiusure
9. 單鞭 danbian – la frusta

Buxin, Bufa: la forma del passo, il metodo del passo
Prestare attenzione al passo, al metodo del passo (bu-fa – il metodo del passo): bisogna passare dal centro, chiudere ed aprire le anche.

Prestare attenzione alla forma del passo (bu xin – la forma del passo) ed stabilità della postura.

Prestare attenzione al trasferimento del peso da un lato all’altro: il peso trasla da un lato all’altro, non si deve “scammellare”

 

Shouxin, Shoufa: la forma della mano, il metodo della mano
Prestare attenzione a come si tengono le mani. Il Chen prevede che la mano a palmo disteso abbia la forma giusta:

che è diversa dalla forma della mano dello Yang o di altri stili:

Image result for yang chengfu

Yang Chengfu

 

Liufen Sibi – Danbian: ricordiamoci il lavoro di “gomito” e di dare varietà al movimento non solo spaziando verso i lati, ma anche da e verso il petto.

 

VI gruppo di movimenti (Zhu Tiancai)

Lista dei movimenti – VI zuhe dongzuo (gruppo di movimenti) – sempre III linea
1. 單鞭 danbian – la frusta
2. 玉女穿梭 yunü chuansuo – la fanciulla di giada lancia la spola
3. 金剛搗碓 Jingang daodui – il Jingang pesta nel mortaio
4. 懶扎衣 lanzhayi – appuntare pigramente il vestito
5. 六封四閉 liufeng sibi – sei sigilli quattro chiusure
6. 單鞭 danbian – la frusta
7. 運手 yunshou – muovere le mani
8. 擺腳迭岔 baijiao diecha – calcio esterno e divaricata
9. 金雞獨立 jinji duli – il gallo d’oro su una zampa

 



Got something to say?


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tag:



Corso Taiji Chen 2017 – 2018 c/o ASD Oriente – Livorno


Corso di Taiji della famiglia Chen 2017 – 2018

Per cause di forza maggiore questo anno, almeno fino a tutto Dicembre, il corso Chen c/o Oriente ASD di Livorno si svolgerà con la presenza saltuaria dell’insegnante.
Gli incontri di pratica sono finalizzati alla ripetizione ed all’approfondimento della Laojia Yilu.
Di seguito un breve vademecum a cui riferirsi.

 

Struttura dell’allenamento

Ogni singola seduta di allenamento dovrebbe essere strutturata come segue

    • Riscaldamento: rotazione polsi/caviglia, rotazione gioncchia, piegamento ed estensione ginocchia.
    • Changsi Gong: Changsi Gong a mano singola, a mano doppia, tutte le rotazioni sincrone ed alternate.
    • Ripetizione forme:
      • Laojia 13 movimenti
      • Laojia Yilu

      Ripetere le forme dall’inizio alla fine una volta. Senza interruzione e senza cercare altro che l’esecuzione della forma stessa. L’obbiettivo di questa parte di allenamento è l’esecuzione della forma, non il miglioramento tecnico o l’allenamento a destrezze specifiche. Se ci si scordano parti o ci si confonde pazienza. Si chiariranno nella fase di allenamento successiva dei Gruppi di movimenti.

    • Gruppo movimenti: scegliere massimo due gruppi di movimenti ed eseguirli ripetendoli fino a fine lezione. Ogni 2, 3 volte che si esegue il gruppo di movimenti riguardare il video di riferimento cercando di adottare un cambiamento significativo suggerito da chi guida la lezione.
      Ogni gruppo di movimenti è mezza linea delle 4 linee che compongono la Laojia Yilu. (divisione di Zhu Tiancai, come in video didattico) dunque con questa suddivisione ci sono 4 linee ed 8 gruppi di movimenti, cioè mezze linee.

 

Tempi e modi

Come programma di allenamento a media distanza, se si eseguono 2 sedute/settimana, si dovrebbe lavorare per 2 settimane sulla stessa coppia di gruppo di movimenti, cioè sulla stessa linea.
In 7, 8 settimane (2 mesi) sarà così allenata la Laojia Yilu tanto nella sua esecuzione completa, quanto nell’approfondimento tecnico e nella cura dei movimenti singoli.
La tempistica del singolo allenamento dipende dalla capacità di concentrazione e dal minimizzare i tempi morti tra un’esecuzione e l’altra, tra un passaggio da una parte di allenamento (ad esempio Changsigong) all’altra (ad esempio esecuzione della Laojia Yilu).
In media il Changsigong dovrebbe richiedere 20/25 minuti.
Laojia 13 movimenti circa 6/7 minuti; Laojia Yilu 15/17 minuti.
Ogni gruppo di movimenti dai 3 ai 4 minuti, idem per la ricognizione del video o l’osservazione dell’insegnante/studente di riferimento.
Se deve esser saltato qualcosa, saltare il Changsi Gong.

Archvio materiale di riferimento

Lungi dal supportare chi presume “d’imparare dai video”, supporto invece l’idea che un certo tipo di materiale multimediale e un certo utilizzo dei device costituiscano un ottimo supporto all’allenamento.
Di seguito l’elenco dei video di riferimento (Zhu Tiancai)per la divisione della Laojia Yilu in 8 gruppi di movimento (banduan – mezza linea) e materiale per il Changsi Gong (Zhu Xianghua).

 

Changsigong – Zhu Xianghua

 

Laojia Yilu – Zhu Tiancai

 

 

 

Salvo contrordini, c/o ASD Oriente la sala è disponibile il Lunedì ed il Mercoledì sera dalle 21:30 alle 23:00. 



Got something to say?


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tag:, , ,



Zhu Xiangqian in Italia – Aprile 2017


Zhu Xiangqian in Italia – Aprile 2017

 

Fai clic qui per vedere lo slideshow.



Got something to say?


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tag:



Zhu Xiangqian in Italia – 6 Aprile 2017


Zhu Xiangqian in Italia – 6 Aprile 2017

Fai clic qui per vedere lo slideshow.



Got something to say?


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tag:



Zhu Xiangqian – Aprile 2017


Zhu Xiangqian in Italia, 5 Aprile 2017

Fai clic qui per vedere lo slideshow.



Got something to say?


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.



Zhu Xiangqian in Italia – 5 Aprile 2017


Zhu Xiangqian in Italia – 5 Aprile 2017

 

Fai clic qui per vedere lo slideshow.



Got something to say?


(required)


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tag:



Social Widgets powered by AB-WebLog.com.